Ricordi di Santi Cosma e Damiano

Nel programma di A.S.L il giorno 22 Marzo 2017 c’è stato un incontro con Almerindo Ruggiero, professore in pensione e DSCN0160storico locale, con il quale abbiamo avuto il piacere di visitare le colline sovrastanti il centro storico .

Ci siamo recati in località S. Maria nelle colline sovrastanti il centro storico, perchè la nostra guida voleva illustrarci la storia del nostro Comune anche attraverso l’analisi geografica della piana e dei luoghi circostanti. Dalla Pentapoli Aurunca, passando per la nascita dei casali e del culto per i santi medici, fino allo scoppio della seconda guerra mondiale, argomento che avremmo affrontato di la a poco incontrando un altro storico del luogo. Il professore in maniera molto piacevole ci ha illustrato le varie tappe della storia, con l’aggiunta di aneddoti, leggende e spiegazioni varie, che ci hanno aperto gli occhi sulla ricchezza culturale di questi luoghi

DSCN0162In località Cupa avevamo appuntamento con Carlo Biagio Massimo,  l’insegnante ormai in pensione, che ci ha illustrato uno dei sentieri più cari alla popolazione di San Cosma perché per molti di loro ha rappresentato la salvezza. Parliamo della via che attraversava i campi per raggiungere il Rio delle Ravi, un torrente che arrivava in località San Lorenzo dove c’erano le forze di liberazione inglese.

La nostra guida, l’autore del testo Il dramma delle popolazioni lungo la Linea Gustav nel vortice del secondo conflitto mondiale – settembre 1943 / maggio 1944, ci ha fatto rivivere attraverso la sua testimonianza e brani scelti dal libro quei momenti di angoscia, misti a smarrimento e speranza.

Alla fine del visita lo storico ci ha mostrato alcuni oggetti che si usavano a quei tempi ed alcune schegge di bombe e di granate

Precedente Il Ricordo di Enrico Mallozzi Successivo Incontro con l'associazione culturale naturalistica ambiente natura e vita